lunedì 5 marzo 2007

Cantate per me ancora una volta



E' raro potersi considerare privilegiati per qualcosa. Il privilegio è la testimonianza di un vantaggio sostanzialmente derivato da una condizione esistenziale, di una natura qualsiasi: è privilegiato chi è ricco, chi è dotato di intelligenza sopraffina, chi è intuitivo, chi ha un fisico robusto e sano. Mille altre sono le ragioni. E la propria sessualità? E' anch'essa un privilegio?



Ho pensato spesso, in passato, alla mia sessualità come un handicap invalicabile. Chissà quante volte (ad oggi ho perso il conto) ho pensato che la mancata attrazione per le donne mi avrebbe condotto alla rovina del mio ego, roso dall'interno come da un tarlo infaticabile affaccendato a divorare fibre di legno. Ma, come sempre, mettersi in discussione su alcuni argomenti, ne porta alla luce altri. E lì, domandandomi il fatidico "perché io no", ho compreso che avevo un dono, inestimabile, prezioso come una perla. Le donne. Non fisicamente, con la brutalità della carne: ho compreso quanto fosse brutale possedere una donna nel momento in cui ne ho avuta una, mi parve di violentarla contro la sua volontà. Malgrado non fosse così. Ed è forse questo il motivo per cui, nei confronti di lei, non riesco a togliermi l'idea di uno stupro perpetrato ai suoi ed ai miei danni.



Io, delle donne, amo tutto. Amo contemplarle. Mi piace identificarle con le rappresentazione che di loro diedero i grandi artisti. Così, quando vado in giro per la città, non vedo donne, ma opere d'arte. Qualcuna che sembra uscita da un quadro di Botticelli, i fianchi rotondi, le gote pallide, un sorriso appena accennato, i capelli morbidi, i seni sinuosi. Altre sembrano figlie di Picasso, spigolose nei lineamenti, il naso duro, allungato, le vite accentuate. E le Botero, grasse e floride, le guance rosse, il petto abbondante. Qualunque sia la loro fisionomia, mi cullo in una contemplazione quasi estatica.



Ma ciò che più amo di loro è il pensiero. A volte mi piacerebbe essere come Tiresia, avere l'esperienza dell'essere donna, per poi tornare ad essere uomo con una nuova consapevolezza. L'imperscrutabilità del loro pensiero è il mistero più affascinante della mia vita. Altro che Universo e pianeti lontani. Se solo gli uomini (i maschi, intendo) capissero che la più grande scoperta sarebbe quella di carpire ciò che pensano le donne, non ci sarebbe più modo di trovare un interesse nell'anatomia, o nelle congregazioni di atomi.



Forse è per questa mia curiosità verso l'inaccessibile che le donne mi avvicinano. Mi cercano e fanno in modo che gli altri uomini siano invidiosi del privilegio che esse mi accordano con le loro confidenze. Non c'è cosa più preziosa che ascoltare i segreti e le parole delle "mie" donne. Alcune di loro hanno visto crescere me, altre sono cresciute insieme a me, altre ancora le ho viste crescere, sviluppare la loro femminilità, schiarire il tono della voce con trascorrere degli anni.



Le mie donne sono uniche. Non ce n'è una uguale alle altre. Mi raccontano della loro vita ed io resterei ad ascoltarle per ore ed ore senza stancarmi mai. Alcune sono più sboccate, mi raccontano delle loro avventure senza lesinare particolari, altre sono più timide, e io mi diverto a pungolare la loro pudicizia, ben conscio del fatto che vorrebbero parlare a chiare lettere, ma che hanno bisogno di una spinta nel discorso. Alcune sono pacate, tranquille, serafiche, altre pazze scatenate, strabordanti di vita da ogni singolo centimetro del loro corpo. Ne ho di giovani e adulte, di brune, di bionde, di rosse, dagli occhi di mare o dallo sguardo bruno come una castagna di settembre. Ne ho di morbide, di dure, di dolci, di acide, di simpatiche, di antipatiche, alcune si ubriacano, altre si drogano, alcune sono depresse, altre forti come querce secolari. Una è una rosa, una un giglio, una un girasole, e poi il gladiolo, la violetta, la bocca-di-leone e il fiore di loto, la mimosa e l'ortensia, il ciclamino, la margherita, il non-ti-scordar-di-me. Ciascuna col suo profumo di donna, che sia sbocciata da tanto o da poco, o che sia in procinto di fiorire. Le mie donne sono fiori, sono frutti d'estate e d'inverno, sono rocce ed onde dell'oceano, sono venti della steppa e del deserto, sono conchiglie portate dalla corrente sulle rive del mio orecchio; ed io le raccolgo ed ascolto il loro canto, l'eco delle loro parole mi colpisce, e ne resto ammaliato, le mie donne, le mie muse, le mie dolci ed ingannevoli sirene.

29 Commenti:

Blogger Laura ha detto...

ogni donna vorrebbe avere un amico come te con cui parlare.

5 marzo 2007 11:45:00 GMT+2  
Anonymous Henry ha detto...

questo post e' semplicemente bellissimo!
proprio stamattina parlavo con una mia carissima amica di quanto sia falso il luogo comune (ma non troppo per fortuna) che vuole che gli omosessuali odino le donne.

io odio le generalizzazioni sopratutto quando sono stupide come quella che ho riportato sopra. e le tue parole sono la prova di quanto siano stupide.

gli uomini dovrebbero smetterla di essere solo maschi per finalmente diventare uomini. come te.
un abbraccio

p.s.
la mia amica amera' il tuo post.

5 marzo 2007 14:08:00 GMT+2  
Blogger Adynaton86 ha detto...

@laura: forse hai ragione. Lo dicono molte amiche delle mie amiche. Però qualcuna si innamora, e lì mi tocca fare la parte del guastafeste. Mi domando quando uomini e donne smetteranno di vedersi esclusivamente come traguardi sessuali...

5 marzo 2007 14:37:00 GMT+2  
Blogger Adynaton86 ha detto...

@henry: c'è da dire che è vero che molti omosessuali non sopportano le donne. Ma forse perché sono invidiosi di loro e della loro femminilità, del loro privilegio di avere più uomini a disposizione. Un giorno credo che scriverò un post a proposito dell'invidia dell'omosessuale... mi hai dato un ottimo spunto! Grazie!
P.S.: penso ancora alla tua ultima poesia, e mi vengono i brividi... sei stato eccellente!

5 marzo 2007 14:40:00 GMT+2  
Anonymous Henry ha detto...

adynaton: grazie. sono molto felice che ti sia piciuta "gli amanti" ma sono molto piu' felice di poterti avere tra i mei lettori e di poter leggere le cosae che scrivi tu. :)

6 marzo 2007 12:29:00 GMT+2  
Blogger Adynaton86 ha detto...

@henry: in tal caso mi sento doppiamente privilegiato! E' bello essere ricambiati, in ogni senso :)

6 marzo 2007 14:09:00 GMT+2  
Blogger lucia ha detto...

Ho riletto tre volte il tuo post, e ogni volta non ci credevo.
Con le mani mi tenevo il viso. Gli occhi pieni di meraviglia strabuzzavano emozioni allo schermo mentre il cuore sorrideva senza farsi vedere.
Rileggerò un'altra volta le tue parole perché continuo a non crederci.
Grazie, grazie, grazie.
Ti abbraccio e so che mi perdonerai se un pò mi sento anch'io una delle tue donne.
:-)

6 marzo 2007 19:54:00 GMT+2  
Blogger lucia ha detto...

PS
Anch'io amo l'ultima poesia di Henry. E so che puoi immaginare quanto.
;-)

6 marzo 2007 19:56:00 GMT+2  
Blogger Adynaton86 ha detto...

@lucia: questo post è dedicato a tutte le donne che hanno lasciato un segno nella mia vita, profondo o superficiale, che fosse uno schiaffo o una carezza, un pugno o un bacio sulla guancia, un abbraccio, una parola. Non importa, sono comunque le mie donne. E anche se non ho mai visto il tuo viso, anche se non ho mai sentito il calore della tua voce né notato se la tua pelle fosse cerea od olivastra, sei una delle mie donne ugualmente. E il segno me lo hai lasciato con la silenziosa melodia delle tue parole, ogni volta di più. Ti abbraccio fortissimo :)

6 marzo 2007 20:38:00 GMT+2  
Anonymous Henry ha detto...

ragazzi vedete quello che intendevo? e' molto esserci trovati!
un abbraccio

6 marzo 2007 23:08:00 GMT+2  
Blogger Adynaton86 ha detto...

@henry: moltissimo, e senza dubbio trovo che tutto questo sia particolarmente costruttivo per me stesso :)

6 marzo 2007 23:20:00 GMT+2  
Blogger Dottor K ha detto...

Mannaggia a te che mi porti a commuovermi fino alle lacrime.
Pensavo fossero solo le tue parole, in cui mi sono visto e rivisto, totalmente immerso e in cui alla fine ho ritrovato tutto me stesso.
Pensavo fossero le tue parole ma sei tu ad essere bellissimo.
Vado ad asciugarmi le lacrime...

7 marzo 2007 18:13:00 GMT+2  
Blogger Adynaton86 ha detto...

@dottor k: dottore... non ho parole. E' forse il più bel complimento che io abbia ricevuto... mi piacerebbe farti tande domande su cosa e come ti abbia toccato sino alle lacrime, ma spesso è meglio lasciare le cose in sospeso ed immaginare, immaginare... grazie...

7 marzo 2007 20:37:00 GMT+2  
Anonymous Anonimo ha detto...

sto cercando un uomo come te perchè penso che un vero uomo debba assolutamente pensarla come sulle donne.
Non posso dirti cosa mi abbia provocato il tuo post... perchè sono priva di parole...
sei unico e meraviglioso, solo da amare.
Babi

7 marzo 2007 20:54:00 GMT+2  
Anonymous Anonimo ha detto...

io non so perchè ma gli "uomini" tradizionali fanno schifo!!!
Tu sei al di la di ogni immaginazione.
babi

7 marzo 2007 20:57:00 GMT+2  
Blogger Adynaton86 ha detto...

@Babi: benvenuta nel Mondo che va alla rovescia! Sono davvero lusingato dai tuoi complimenti...certamente troverai un uomo..."anticonvenzionale", ecco. Quello giusto per te. Ma non credo che gli uomini tradizionali facciano schifo... penso piuttosto che, con il loro atteggiamento, vogliano dimostrare qualcosa. Solo che non ho ancora capito CHE COSA...un abbraccio!

7 marzo 2007 21:08:00 GMT+2  
Anonymous Anonimo ha detto...

Non ABBIAMO capito "CHE COSA".....!!!
Non so di dove Tu sia ma se fossi accanto a me, sarei davvero un'illuminata!
Babi.

8 marzo 2007 15:09:00 GMT+2  
Anonymous Anonimo ha detto...

GRAZIE DI ESISTERE ANCHE PER ME....
Babi.

8 marzo 2007 15:10:00 GMT+2  
Blogger Adynaton86 ha detto...

@Babi: grazie... di cuore, per le tue parole :)

8 marzo 2007 20:54:00 GMT+2  
Anonymous Anonimo ha detto...

Domani sera io vengo a Bologna per festeggiare il compleanno del mio carissimo amico come diresti Tu "un uomo anticonvenzionale".
Sono certa che se Tu ci fossi insieme a noi Ti divertiresti un sacco!
Babi

9 marzo 2007 13:23:00 GMT+2  
Blogger Adynaton86 ha detto...

@Babi: buon divertimento eheh! Io anche festeggerò un compleanno di un caro amico... altro uomo "anticonvenzionale".. ma a Milano! Ci si divertirà a distanza ;)

9 marzo 2007 13:27:00 GMT+2  
Anonymous Anonimo ha detto...

Sei una meraviglia non vedo l'ora di parlare di Te.
Ciaooooo
Babi.

9 marzo 2007 16:27:00 GMT+2  
Blogger lucia ha detto...

Caspita Babi,
vedo che il mio consiglio di passare da queste parti l'hai preso alla lettera.
;-)
Questo è solo un saluto per te Ady.
A presto

14 marzo 2007 01:13:00 GMT+2  
Blogger Rain-Gioia ha detto...

Ady che bello pensare di potersi scambiare le visioni,le sensazioni, indipendentemente dal sesso.
Posso dire d esser fortunata in questo.
Mi è capitato due volte.
Due volte diverse.
Entrambe portano dentro qualcosa di unico.
Entrambe hanno un mistero che non saprei svelare.

E come sempre mi commuovi...
Un bacione

16 marzo 2007 16:47:00 GMT+2  
Blogger Adynaton86 ha detto...

@rain-gioia: la possibilità di condividere una sensazione è forte, ma se è una donna la persona con cui la spartisco, allora acquisisce un'aura di mistero. Non saprei nemmeno dire di cosa si tratti esattamente... ma è tremendamente affascinante! Un bacione a te

17 marzo 2007 20:03:00 GMT+2  
Blogger artemisia ha detto...

Adynaton, non so se leggerai questo commento così "tardivo"...Henry mi avava parlato di questo post, ma io mi ero persa in mille altre cose e non l'avevo ancora letto...
Bè, quando l'ho letto mi è preso un colpo!!
Non ho parole per descriverti cosa ho provato leggendolo, ma la tua sensibilità sicuramente te lo fa capire.
Non posso che dirti che mi riconosco in molte, molte cose. E naturalmente, lacrime anche per me.
Grazie.

17 marzo 2007 23:00:00 GMT+2  
Anonymous henry ha detto...

arte che ti dicevo? adynaton e' un grande!

18 marzo 2007 01:04:00 GMT+2  
Blogger Adynaton86 ha detto...

@artemisia: ti ringrazio! Questo post ha fatto proprio un bel giro, l'hanno letto ed apprezzato in parecchi... ma devo confessare che non credevo in un simile "successo" :) Torna pure a trovarmi quando puoi!

@henry: ghghghgh :) potresti essere il mio agente d'ora in poi! :)

18 marzo 2007 12:07:00 GMT+2  
Anonymous Henry ha detto...

ah ah ah ... non credo proprio che tu ne abbia bisogno ;)

20 marzo 2007 09:17:00 GMT+2  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page

Creative Commons License
This opera by http://adynaton86.blogspot.com is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.